artisti luoghi date press organizzazione home


Organizzazione

Il saluto dell'assessore Gianni Torrenti a
"Nei suoni dei luoghi 2017"

Gianni Torrenti

La musica attrae l'essere umano, che la fruisce e la produce da millenni. È l'arte che resiste con più tenacia alla forza del tempo. E poi c'è la Musica classica, linguaggio musicale puro, che spesso nella vita di tutti i giorni viene erroneamente associata a qualcosa di molto serio o difficile da capire. Ma non sempre è così: grazie al Festival musicale internazionale Nei Suoni dei Luoghi, giunto alla sua diciannovesima edizione, la musica classica "esce" dalle tradizionali sedi deputate alla musica ed entra in luoghi di particolare interesse storico e architettonico, con un'attenzione sempre vigile alla cura dell'aspetto musicologico. Il risultato è armonia, tra la bellezza dei luoghi e quella delle note, che trascina e incanta, come conferma l'ampio e meritato successo della Rassegna. Un Festival che guarda costantemente avanti e che non si ferma ai risultati ottenuti fino ad oggi, che continua a innovare e a creare una sempre maggiore sinergia con il territorio dove si svolgono i concerti, favorendone la conoscenza, la valorizzazione delle sue tipicità e delle sue lingue minoritarie. Di particolare rilevanza è l'alleanza creata con altre importanti manifestazioni quali Carniarmonie e il Festival Internazionale di Musica di Portogruaro, per lo sviluppo di un progetto transregionale di offerta musicale e promozione congiunta. Da quest'anno il Festival annovera nuove collaborazioni con Mittelfest e con la Società dei Concerti di Trieste. Nei Suoni dei Luoghi si conferma essere esempio positivo di come attorno a un'iniziativa culturale sia possibile costruire un'attenzione nei confronti delle persone non vedenti e con disabilità, non solo rendendo accessibili la quasi totalità dei concerti, ma proponendo esperienze come quella del "Concerto al buio" all'Istituto Regionale Rittmeyer per i Ciechi di Trieste, che quest'anno raddoppia. La volontà di destagionalizzare l'offerta per evitare sovrapposizioni è un ulteriore elemento qualificante per l'amministrazione regionale, che per tutte queste ragioni, ha inteso sostenere anche quest'anno il Festival musicale internazionale Nei Suoni dei Luoghi.
Gianni Torrenti
Assessore alla cultura, sport e solidarietà
Regione Friuli Venezia Giulia