Lunedì 29 / Ore 21.00
Luglio
Gratuito

Puccini meets Zappa. Puccini e il femminile

Giardino del Torso, Via del Sale
In caso di maltempo: Teatro San Giorgio, Via Quintino Sella 4

Il concerto:

Valentina Scheldhofen Ciardelli, contrabbasso
Stefano Teani, pianoforte
Angelo Floramo, storico e scrittore

con la partecipazione di Valentina Danelon

Musiche di Puccini, Zappa, Ciardelli

Un concerto-evento all’insegna non solo della musica, ma della teatralità, della socialità e dell’innovazione. Nel 2024 tutto il mondo culturale celebra l’anno pucciniano, a 100 anni dalla morte del grande compositore lucchese. Il progetto multidisciplinare How I met Puccini ideato dalla compositrice e performer Valentina Scheldhofen Ciardelli, omaggia la musica del genio lucchese esaltandone la modernità e la versatilità e accostandolo a Frank Zappa, che da geniale innovatore è riuscito, come Puccini, a rompere gli schemi del genere musicale in cui ha esordito, modernizzando e aprendo la strada a nuove contaminazioni. Per questo speciale appuntamento, il progetto avvicina il concetto degli archetipi femminili alle eroine pucciniane, svelandone i caratteri principali e affrontando la stereotipizzazione di genere. Attraverso gli archetipi come la Madre, la Femme Fatale e l’Eroina, sentiremo come Puccini ha saputo catturare e trasmettere i temi universali della condizione della donna. Nel repertorio di stasera potremo ascoltare due Fantasie che ritraggono la donna Cacciatrice - nella quale si incarna la figura di Minnie, personaggio presente nell’opera La fanciulla del West - e la Fanciulla - qual’è Cio-Cio-San, protagonista di Madama Butterfly. Un estratto dalla Fantasia su Turandot ci racconta invece l’archetipo della Regina con l’aria In questa reggia. A suggellare la forza di questo evento, che unisce tematiche musicali a importanti tematiche di genere e sociali, ci sarà la presenza del noto storico e scrittore friulano Angelo Floramo, insignito quest’anno del prestigioso Premio Nonino Risit D’Aur - Barbatella d’oro 2024 insieme alla cooperativa Insieme, fondata nell’area di Srebrenica da dieci donne di diverse appartenenze. L’autore e saggista, già nostro gradito ospite in passato, in dialogo con Valentina Danelon focalizzerà il tema del femminile a partire dall’arte, con riferimenti all’importante presenza di donne e artiste nella nostra regione.


Concerto gratuito.


Concerto accessibile a persone con disabilità motorie, intellettive, sensoriali


In collaborazione con SimulArte Società Cooperativa (More Than Jazz).

Il luogo:

Il Giardino del Torso è uno dei sette giardini storici della città ed è il luogo dove, negli anni Ottanta, è nata l'estate teatrale udinese, successivamente evoluitasi come Estate in Città, oggi Udinestate. Ha una superficie di circa 3.300 mq e lascia intravedere intenzioni di artificiare e costruire uno spazio ludico geometricamente ordinato. L'apollineo ordine è proposto da semplici assetti geometrici e dalla simmetria che si confronta con l'esuberante e libera presenza dell'elemento naturale. Gli elementi ordinatori sono costituiti dalle due logge e dalla fontana ottagonale che costituiscono l'asse centrale nord-sud. La recente ristrutturazione ha voluto esaltare la struttura formale esistente, seguendo le logiche della prospettiva e della simmetria, con un evidente ammiccamento alla costruzione del giardino barocco.

Lunedì 29 / Ore 21.00
Luglio
Gratuito

Puccini meets Zappa. Puccini e il femminile

Giardino del Torso, Via del Sale
In caso di maltempo: Teatro San Giorgio, Via Quintino Sella 4

Il concerto:

Valentina Scheldhofen Ciardelli, contrabbasso
Stefano Teani, pianoforte
Angelo Floramo, storico e scrittore

con la partecipazione di Valentina Danelon

Musiche di Puccini, Zappa, Ciardelli

Un concerto-evento all’insegna non solo della musica, ma della teatralità, della socialità e dell’innovazione. Nel 2024 tutto il mondo culturale celebra l’anno pucciniano, a 100 anni dalla morte del grande compositore lucchese. Il progetto multidisciplinare How I met Puccini ideato dalla compositrice e performer Valentina Scheldhofen Ciardelli, omaggia la musica del genio lucchese esaltandone la modernità e la versatilità e accostandolo a Frank Zappa, che da geniale innovatore è riuscito, come Puccini, a rompere gli schemi del genere musicale in cui ha esordito, modernizzando e aprendo la strada a nuove contaminazioni. Per questo speciale appuntamento, il progetto avvicina il concetto degli archetipi femminili alle eroine pucciniane, svelandone i caratteri principali e affrontando la stereotipizzazione di genere. Attraverso gli archetipi come la Madre, la Femme Fatale e l’Eroina, sentiremo come Puccini ha saputo catturare e trasmettere i temi universali della condizione della donna. Nel repertorio di stasera potremo ascoltare due Fantasie che ritraggono la donna Cacciatrice - nella quale si incarna la figura di Minnie, personaggio presente nell’opera La fanciulla del West - e la Fanciulla - qual’è Cio-Cio-San, protagonista di Madama Butterfly. Un estratto dalla Fantasia su Turandot ci racconta invece l’archetipo della Regina con l’aria In questa reggia. A suggellare la forza di questo evento, che unisce tematiche musicali a importanti tematiche di genere e sociali, ci sarà la presenza del noto storico e scrittore friulano Angelo Floramo, insignito quest’anno del prestigioso Premio Nonino Risit D’Aur - Barbatella d’oro 2024 insieme alla cooperativa Insieme, fondata nell’area di Srebrenica da dieci donne di diverse appartenenze. L’autore e saggista, già nostro gradito ospite in passato, in dialogo con Valentina Danelon focalizzerà il tema del femminile a partire dall’arte, con riferimenti all’importante presenza di donne e artiste nella nostra regione.


Concerto gratuito.


Concerto accessibile a persone con disabilità motorie, intellettive, sensoriali


In collaborazione con SimulArte Società Cooperativa (More Than Jazz).

Il luogo:

Il Giardino del Torso è uno dei sette giardini storici della città ed è il luogo dove, negli anni Ottanta, è nata l'estate teatrale udinese, successivamente evoluitasi come Estate in Città, oggi Udinestate. Ha una superficie di circa 3.300 mq e lascia intravedere intenzioni di artificiare e costruire uno spazio ludico geometricamente ordinato. L'apollineo ordine è proposto da semplici assetti geometrici e dalla simmetria che si confronta con l'esuberante e libera presenza dell'elemento naturale. Gli elementi ordinatori sono costituiti dalle due logge e dalla fontana ottagonale che costituiscono l'asse centrale nord-sud. La recente ristrutturazione ha voluto esaltare la struttura formale esistente, seguendo le logiche della prospettiva e della simmetria, con un evidente ammiccamento alla costruzione del giardino barocco.